Opzioni su Materie Prime

4066666591_c300,200,50,50,100Le materie prime, o commodity, sono suddivise in “hard commodity” e “soft commodity”. Tra le materie prime di tipo hard, ad esempio, vi sono oro, argento e platino, mentre gas e petrolio appartengono al secondo gruppo.

Per quanto riguarda le negoziazioni online di opzioni sulle materie prime, il mercato è uno dei meno sviluppati in quanto a fornitura di prodotti strutturati in maniera sofisticata. Tuttavia, oggigiorno è possibile operare questo tipo di trading bdswiss servendosi di un broker di opzioni binarie online. Il trading di opzioni binarie su materie prime offre ai trader di commodity la possibilità di gestire i propri rischi legati ai movimenti imprevisti dei prezzi e/o ai crolli del mercato, e costituisce, per chi fosse interessato al trading di commodity online, uno dei modi più rapidi, semplici e redditizi di negoziare materie prime.

vai a brokertest.com

Opzioni Indice

trading-floorLe opzioni binarie rappresentano un ottimo modo di negoziare indici. A differenza del trading di indici con le opzioni tradizionali, con le opzioni binarie il rischio di perdita è limitato all’importo che si desidera negoziare: in altre parole, dunque, è impossibile perdere di più! Inoltre, non c’è neanche da preoccuparsi su quanto cambierà il prezzo, ma è sufficiente decidere in quale direzione avverrà tale movimento.

Quando si fa trading di opzioni indice con un broker di opzioni binarie, è possibile negoziare tutti i maggiori indici del mondo, compresi Dow Jones, FTSE100, NASDAQ e ovviamente S&P 500, realizzando grandi profitti in tempi brevi.

La maggior parte dei broker offrono opzioni che si estinguono nel giro di un’ora, un giorno o una settimana, e consentono al trader di negoziare opzioni multiple sullo stesso indice. I profitti generati possono arrivare fino all’81%, a dimostrazione che il trading di opzioni binarie può essere molto remunerativo e può fare molto più che semplicemente integrare le eventuali attività di trading svolte attualmente: il trading di opzioni binarie, infatti, può essere il modo migliore di negoziare indici, materie prime, anyoption ervaingen e titoli.

Opzioni Titoli

Come tutte le opzioni binariele opzioni binarie su titoli sono in sostanza un contratto tra un compratore e un venditore che conferisce al compratore il diritto, ma non l’obbligo, di acquistare o di vendere un particolare asset  (anche detto asset sottostante) prima o in corrispondenza del tempo di scadenza dell’opzione, a un prezzo concordato che viene chiamato prezzo d’esercizio. In cambio della concessione dell’opzione, il venditore riceve un pagamento dal compratore. Un’opzione call dà al compratore il diritto di acquistare l’asset sottostante, mentre un’opzione put dà al compratore dell’opzione il diritto di vendere l’asset sottostante.

Naturalmente ci sono alcune differenze, e sono proprio queste a determinare la ragione per cui sempre più persone interessate alla negoziazione di titoli impiegano le opzioni binarie quale mezzo per integrare e spesso sostituire le loro attuali attività di trading nei mercati di titoli.

 

Tra queste differenze riveste non poca importanza il fatto che, diversamente dal trading di opzioni tradizionali, la negoziazione di opzioni binarie su titoli comporta un rischio definito al momento dello scambio. Nel trading di opzioni binarie, infatti, l’eventuale perdita subita non è mai superiore all’importo investito. Inoltre, come con tutte le opzioni binarie, il profitto è noto al momento dello scambio, e il trader deve solo decidere in quale direzione si muoverà il prezzo del titolo in questione. I profitti generati si aggirano di solito tra 65% e 81%, a seconda del broker presso il quale  si è effettuata l’operazione e del titolo selezionato; queste entrate, inoltre, possono essere realizzate in tempi brevissimi a seconda del momento di scadenza delle opzioni.

A questo punto è chiaro il motivo per cui molti trader interessati alla negoziazione di titoli, che siano esperti o alle prime armi, si servono delle opzioni binarie per le loro operazioni e riescono grazie ed esse a realizzare buoni profitti.

Analisi

Un trading vincente va di pari passo con solide strategie e con l’abilità di analizzare i mercati finanziari. L’analisi è il processo che permette di suddividere un argomento in parti più piccole in modo da far capire meglio ciò che comporta un certo evento e in che modo influenzerà i mercati capitali. Una strategia di trading è un piano che elabora perché e quando un trader prenderà una posizione e per quanto tempo la manterrà. Per realizzare un piano di trading è importante che il trader sia in grado di analizzare le diverse situazioni che influenzano i mercati e di creare un piano studiato e basato su questa analisi.

Esistono tre tipi prinicipali di analisi che si possono utilizzare per effettuare decisioni di trading sulle Opzioni Binarie.

Il primo è l’analisi Fondamentale.

L’analisi fondamentale permette di prendere decisioni di trading basandosi su questioni economiche, finanziarie o politiche, e analizzando la loro influenza sui mercati. Un evento fondamentale può essere un dato economico come il Prodotto Interno Lordo o la pubblicazione dei guadagni di una determinata società.

Il secondo tipo di analisi è l’analisi Tecnica.

L’analisi tecnica si basa sul premesso che tutte le informazioni disponibili sono già di fatto incorporate nel prezzo di un certo strumento finanziario. Pertanto, l’analisi delle oscillazioni dei valori può permettere al trader di prevedere e speculare sui futuri movimenti del mercato.
Molti trader e analisti utilizzano l’analisi fondamentale e combinandola con l’analisi tecnica o viceversa. L’analisi tecnica è un termine molto ampio che può essere utilizzato per creare strategie di trading, ma può essere anche utilizzato per creare livelli di entrata e uscita quando si investe nei mercati finanziari. La combinazione di analisi tecnica e analisi fondamentale crea uno strumento molto potente, che può essere utilizzato per investire con successo nei mercati finanziari.

Il terzo tipo di analisi utilizzata per prendere decisioni di trading è l’Analisi della Volatilità

L’analisi della volatilità non è considerata uno dei metodi principali di analisi per il mercato azionario, ma per quanto riguarda il trading di opzioni tradizionali e binarie è senza dubbio da considerarsi una forma di analisi molto importante.

Opzioni Forex

CNH-e-trading-takes-off1Il mercato della valuta straniera è il più grande mercato di negoziazione finanziaria al mondo. Il mercato Forex, nel quale vengono effettuate varie migliaia di miliardi di dollari di transazioni ogni giorno, crea opportunità di trading di opzioni Forex, spot e forward. Si tratta di un mercato liquido utilizzato da speculatori sia grandi che piccoli per generare profitti. Le opzioni Forex sono negoziate come opzioni vanilla o standard, nonché come opzioni binarie o digitali.

Le opzioni Forex, od opzioni  di valuta estera, sono un contratto derivato tra due parti. Il compratore dell’opzione ha il diritto, ma non l’obbligo, di acquistare una coppia di valuta a un prezzo specifico e in un momento specifico. Il venditore dell’opzione ha l’obbligo di vendere la coppia di valuta al compratore, se questi sceglie di esercitare il contratto dell’opzione. Il prezzo a cui il compratore e il venditore del contratto di opzione scambiano la coppia di valuta viene chiamato strike price, o prezzo d’esercizio. Per avere il diritto di acquistare questo contratto, il compratore paga una tariffa in più al venditore.

Per esempio, un compratore e un venditore si accordano per sottoscrivere un’opzione call USD/JPY a 95$ che si estingue nel giro di due giorni. Il prezzo d’esercizio di 95$ è il prezzo a cui compratore e venditore scambieranno la coppia di valuta USD/JPY. Il compratore paga .005$ al venditore per sottoscrivere questo contratto. Se il prezzo di USD/JPY è superiore a  95$, il compratore eserciterà l’opzione Forex. In questo caso, il venditore sarà obbligato a vendere la coppia USD/JPY a 95$ al compratore dell’opzione. Se, invece, il prezzo di USD/JPY è inferiore a 95$, il compratore dell’opzione Forex non eserciterà il contratto. In questo esempio, la data di scadenza è due giorni, cioè l’opzione cesserà di esistere due giorni dopo l’inizio. Prima della data/ora di scadenza, il compratore dovrà determinare se esercitare o meno l’opzione. Le opzioni Forex vengono negoziate sia in mercati fisici come la borsa di Chicago (Chicago Mercantile Exchange – CME), che in mercati OTC (over-the-counter), ossia tramite canali telematici e telefonici. È possibile fare trading di opzioni Forex in tutti i fusi orari, 24 ore al giorno, 6 giorni alla settimana – c’è solo un breve periodo di inattività del mercato, tra il venerdì sera statunitense e il lunedì mattina asiatico. Le opzioni Forex sono caratterizzate da una grande liquidità e offrono un mercato di trading tra i più attivi.

Le opzioni binarie su Forex, che sono anche opzioni digitali, rappresentano una valida alternativa al trading di opzioni standard. In tempi recenti, alcune nuove agenzie di trading online hanno messo a punto una piattaforma di trading per consentire agli investitori individuali di negoziare opzioni binarie su Forex. Queste opzioni Forex sono scambi direzionali sul mercato della valuta, ma il pagamento è fisso. Il pagamento è meglio descritto come “tutto o niente”, in cui l’investitore riceve un’ampia rimunerazione se ha predetto correttamente la direzione del mercato, e un profitto pari al 10 – 15% dell’investimento iniziale se l’operazione ha un esito negativo. Con le opzioni binarie su Forex, l’investitore non è tenuto a determinare se vuole esercitare la propria opzione: il pagamento è puramente basato sulla posizione del mercato Forex sottostante, a seconda se questo si trova sopra o sotto rispetto al livello specificato precedentemente concordato.

Strategie

Un trading vincente va di pari passo con salde strategie di trading. Una strategia di trading è un piano sui motivi e sui tempi in cui un trader prenderà una posizione, nonché sull’arco di tempo in cui il trader manterrà tale posizione. Questa strategia unisce i livelli di entrata, i livelli di uscita e il money management per produrre un piano più solido per quel trader che desidererà eliminare dal processo decisionale la speculazione fine a sé stessa. Alcuni trader seguono una strategia di trading finché non raggiungono il bersaglio e non lasciano spazio a cambiamenti nei mercati; altri utilizzano strategie di trading flessibili che possono risultare vincenti ma potrebbero far leva sullo stato emotivo dello stesso trader, cosa che non avviene invece con una strategia di trading rigida.

 

Le strategie di trading possono essere riunite in classi multiple di capitali. Ci sono inoltre strategie di trading che usano derivati per realizzare initiating risk. Le più comuni di strategie derivate di trading sono presenti nei mercati delle opzioni. Quest’ultimo costituisce un gruppo a parte e permette al trader di prendere tipi di posizioni differenti per iniziare il rischio per una prospettiva particolare.

  • Condizioni di Mercato
  • Covered Call
  • Straddle
  • Protective Put
  • Collar
  • Gestione del capitale
  • Draw Down
  • Il rischio e la somma scommessa
  • Investimento e Gestione del Capitale

Tipi di Opzioni Binarie

binarioptSebbene la maggior parte delle opzioni binarie trattate e negoziate appartengano a un tipo specifico, ne esistono in realtà vari tipi diversi. Senza addentrarci nell’universo esoterico delle  opzioni binarie, ci limitiamo a presentare e descrivere i cinque principali modelli in cui generalmente  queste rientrano: “cash-or-nothing”, “asset-or-nothing”, “one-touch”, “no-touch” e, infine, “double-one-touch/double-no-touch”. Quando si parla di opzioni binarie, di solito ci si riferisce a quelle di tipo “cash-or-nothing”, ma è possibile imbattersi anche negli altri tipi in varie piattaforme di trading e mercati.

 

Le opzioni binarie cash-or-nothing rappresentano le forma più conosciuta di opzioni binarie. In questo tipo di opzioni binarie, il prezzo d’esercizio è determinato (generalmente il prezzo del capitale nel momento in cui viene acquistata l’opzione). Viene poi comprato un contratto per un call o per un put, a seconda se l’investitore prevede che il capitale finirà al di sopra o al di sotto del prezzo d’esercizio. Se l’investitore aveva ragione, alla scadenza del contratto guadagna un profitto fisso che generalmente si aggira tra 170% e 200% della quota di partecipazione. Se, invece, l’investitore si sbagliava, perde la quota di partecipazione o, in taluni casi, se ne vede restituito il 10% – 15%.

Le opzioni binarie asset-or-nothing sono in tutto e per tutto uguali a quelle del tipo cash-or-nothing, con la sola differenza che il payout  è determinato dal prezzo stesso del capitale, piuttosto che da una quota di partecipazione arbitraria. Questa differenza si traduce nell’effettiva liquidazione del capitale, invece che nella stipulazione di un contratto sullo stesso; si tratta, tuttavia, di una differenza prettamente semantica.

Un’opzione binaria one-touch funziona in modo assai diverso sia da quelle di tipo cash-or-nothing che asset-or-nothing. Nell’opzione binaria one-touch, il contratto termina nel momento in cui il prezzo del capitale raggiunge un livello predeterminato. In questo caso un investitore non fa altro che decidere se il prezzo del capitale raggiungerà mai quel livello durante la durata del contratto, e non se finirà effettivamente a quel livello.

Un’opzione binaria no-touch, come dice il nome stesso, non è altro che l’inverso dell’opzione binaria one-touch. Invece di determinare se il capitale raggiungerà un certo livello, in questo caso la liquidazione del contratto si ha solo se questo scade senza che quel determinato livello sia mai stato raggiunto.

Le opzioni binarie di tipo double-one-touch e double-no-touch sono simili ai loro corrispettivi singoli, con una differenza fondamentale: invece di avere un solo livello predeterminato, in questo caso se ne hanno due. Nel caso di un’opzione binaria double-one-touch, il prezzo del capitale  deve toccare entrambi i valori affinché venga liquidato il contratto; nel caso di un’opzione binaria double-no-touch, invece, il prezzo del capitale deve evitare di toccare entrambi i valori perché si abbia la liquidazione del contratto.